In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
    
English version
Leggi la biografia di Enzo CariotiLe sue opereTutte le esposizioni del maestro CariotiLa passione per il teatro di EnzoLeggi le recensioni sui suoi quadriPer conoscere la nostra associazioneVi suggeriamo questi linkTorna all'home page
Disegni
Olio su tela
Tridimen-sionali



Schede critiche
Scatole magiche,macchine sceniche e Wunderkammern di cartone dipinto. 1985-1992 (Viana Conti)

La figura dell’artista, per quanto aperta e sensibile al dialogo con l’esterno, come

Enzo Carioti era, si riserva sempre una zona segreta e mentre si concede al

fuoco incrociato degli sguardi, resiste al senso delle parole, parlando un suo linguaggio

fuori dai codici e dalle convenzioni. Non è un caso che molte delle opere

di questo artista prendano il titolo, di segno concettuale, S
enza titolo, lasciando

all’osservatore un vuoto da colmare di emozione e di pensiero.

Per stimolare tuttavia un approccio di attenzione e riflessione sulla sua opera, si

è pensato di articolare la mostra e questo volume, che la documenta, in sei tematiche,

particolarmente visitate dall’autore:

architetture

figure

paesaggi

scritte pubblicitarie-calligrafie

serie di accessori- suppellettili-strumenti

strutture-congegni.

Nel suddetto periodo, compreso tra il 1985 e il 1992, l’artista, presa distanza dalla

pittura bidimensionale su carta, tela, supporti diversi, lavora sulla riproduzione

cartacea di opere tratte dalla Storia dell’Arte e della Fotografia, della Pubblicità

e dell’Alta Moda, del Cinema e della Scenografia, della Coreografia e del Paesaggio.

L’attrae anche il mondo della meccanica, della catalogazione classificatoria,

dei mezzi di trasporto di massa, che la sua straordinaria manualità struttura

in una sorta di scatole magiche, diW
underkammern, dove una griglia di listelli

di cartone ritagliati, intrecciati, punteggiati di luci e ombre, crea, su fondi di veline

o plexiglass opacizzati, effetti ottici di profondità e dissolvenze illusionistiche.

Grigliando, anche metaforicamente, il corpus dell’opera, proprio come faceva

l’artista stesso con le sue tessiture a trame su più livelli, si ritiene di poterne sollecitare

una lettura al di là della superficie, dentro le pieghe, in quelle zone d’ombra

in cui l’artista sempre più trovava un rifugio e un punto riservato da dove osservare

il teatro del mondo.

di Viana Conti


Sito ideato e sviluppato da Stefano Riggio di C.I.R.R.              Condizioni d'utilizzo

Sito aggiornato al 03/07/2020
 
Al pari altri intellettuali, delusi dalle forme espressive correnti, Carioti aveva maturato il convincimento che la creatività dovesse essere una sorta di lucida stupenda "follia" capace di sfuggire alla massificazione messa in atto dalla società
 
Visita il sito C.I.R.R.